CONFEDILIZIA: l'immobiliare ci può far crescere di più

17 Agosto 2017 | da italpress.com

"L’Italia non riesce a cogliere a sufficienza la ripresa in atto nel resto dell’Europa. Le ragioni possono essere molte, e non tutte imputabili ai Governi. Ma una cosa è certa: se vi fosse più coraggio nel varare riforme strutturali, nell’aggredire la spesa pubblica (basterebbe applicare il rapporto Cottarelli) e nel diminuire l’imposizione fiscale, i nostri numeri si avvicinerebbero a quelli degli altri Paesi Ue". E' quanto si legge in un intervento di Giorgio Spaziani Testa, presidente di Confedilizia, sul Tempo. "Ieri - spiega - l’Istat ha comunicato che nel secondo trimestre 2017 il prodotto interno lordo italiano è aumentato dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dell’1,5% rispetto al secondo trimestre 2016, aggiungendo che -  mantenendo questo ritmo - il tasso di crescita del 2017 sarebbe pari all’1,5%.

Sempre ieri, Eurostat ha annunciato che il Pil dell'eurozona è cresciuto dello 0,6% nel secondo trimestre dell'anno e che, su base annua, si tratta di un aumento del 2,2%.

"Commentando questi dati - prosegue - Nomisma ha fatto notare che “il gap fra l’Italia e i principali partner si amplia inesorabilmente”, sollecitando riforme strutturali. E il professor Francesco Daveri, su lavoce.info, ha rilevato che la nostra è una “ripresa lenta”, che ci distingue in negativo, visto che “mentre il Pil dell’Italia - dopo due anni e mezzo di ripresa - è ancora di 6 punti circa al di sotto dei livelli del 2008, il Pil dell’eurozona è ritornato nel secondo trimestre 2015 ai livelli pre-crisi”.

Secondo Spaziani Testa "la parte del leone potrebbe essere svolta dal settore immobiliare, che da sempre ha rappresentato - soprattutto in Italia - un formidabile volano di crescita e di sviluppo. Ma devono essere sciolte le briglie che lo frenano e che hanno portato alla situazione che proprio Eurostat ha da ultimo segnalato, rilevando che il mercato immobiliare italiano è l’unico in calo in un’area euro in crescita del 4%. Sono briglie fiscali (si pensi al carico di tassazione patrimoniale Imu/Tasi, ormai unanimemente riconosciuto come eccessivo), ma anche normative (emblematica è la persistenza della preistorica legge dell’equo canone per i contratti di locazione di negozi e uffici, che ingessa il mercato).


L’esperienza degli incentivi fiscali per le ristrutturazioni ha dimostrato - a chi ancora non lo avesse compreso - che l’immobiliare, quando può, muove l’economia. Si abbia coraggio e si consenta a questo comparto di far girare il suo motore a pieno regime. Se ne gioverebbe l’Italia intera".

 

Condividi questa notizia su:

Agenzia Immobiliare Franciacorta - Obiettivo Casa
Obiettivo Casa
Agenzia Immobiliare Franciacorta

Via Chiari, 20
25030 Castelcovati BS
Partita IVA: IT 02511050983
cavalli@casabrescia.net
(+39) 030.7080674

Agenzia Immobiliare Brescia - Realtà Casa
Realtà Casa
Agenzia Immobiliare Brescia

Via Trento, 51/A (Borgo Trento)
25128 Brescia BS
Partita IVA: IT 02370180982
spinelli@casabrescia.net
(+39) 030.3368562

Agenzia Immobiliare Lago di Garda - Il Ponte
Il Ponte
Agenzia Immobiliare Lago di Garda

Via Fantoni, 30
25087 Salò BS
Partita IVA: IT 01888100987
avanzi@casabrescia.net
(+39) 0365.20114
(+39) 0365.1980955