Meno vincoli, bonus mobili “agevolato” alle giovani coppie

25 Novembre 2015 | da OttopiùCasa
Meno vincoli, bonus mobili “agevolato” alle giovani coppie

Il bonus mobili raddoppia e si affranca dal vincolo della ristrutturazione, estendendosi ad una platea potenzialmente molto più alta di beneficiari. Lo ha stabilito con la nuova Legge di Stabilità per il 2016, nella quale non solo sono state prorogate le detrazioni fiscali, da recuperare nell’arco di 10 anni, per chi ristruttura immobili o migliora l’efficienza energetica degli edifici di proprietà (rispettivamente del 50% e del 65% sul totale della spesa sostenuta), ma sono state introdotte novità anche per quanto riguarda l’acquisto di arredi.

Confermata la possibilità di recuperare il 50% di quanto speso per acquistare i mobili da destinare all’abitazione in corso di ristrutturazione, il Governo si è spinto quest’anno ben oltre. Prevedendo cioè la possibilità per le giovani coppie di richiedere il bonus anche senza aver ristrutturato casa, ma a seguito dell’acquisto della prima abitazione.

In considerazione degli ottimi risultati ottenuti dall’introduzione degli incentivi, che hanno rilanciato l’attività delle aziende del settore edile e degli arredi, dopo anni di difficoltà, si tratta di una novità che dovrebbe garantire benefici sia alle imprese sia alle famiglie. Sale da 8 mila euro a 16 mila, grazie ad un emendamento approvato in Commissione Bilancio al Senato, il tetto massimo di spesa su cui le giovani coppie potranno calcolare la detrazione Irpef del 50%, perciò la cifra massima rimborsata sarà di 8 mila euro.

A chiedere l’incentivo potranno essere, come si diceva, giovani coppie, anche conviventi, in cui almeno uno dei due componenti il nucleo familiare abbia meno di 35 anni, ma che siano sposate (o conviventi more uxorio) da almeno 3 anni.

La detrazione si calcolerà sulle spese sostenute per l’acquisto di arredi tra il primo gennaio ed il 31 dicembre 2016 e i mobili per cui si chiederà il parziale rimborso della spesa dovranno servire ad arredare la prima casa, di cui i beneficiari del bonus siano acquirenti. Non cambiano le modalità per richiedere il contributo, che, come per gli altri incentivi fiscali relativi alla casa, sarà ripartito in 10 rate annuali di identico importo. Tra le clausole imposte in corso di approvazione della nuova misura fiscale il veto di cumulare il bonus arredi per le giovani coppie con il bonus ristrutturazioni. Pertanto la cifra massima di cui si potrà beneficiare sarà di 8 mila euro. Non si tratta dell’unica restrizione imposta dalla normativa, che secondo gli esperti potrebbe quindi avere un impatto inferiore alle aspettative.

Non potranno fruire di questo tipo di detrazioni, per esempio, le coppie che si sposeranno nel 2016 e che decideranno di acquistare un nuovo immobile da arredare. In questa caso infatti verrebbe a mancare il requisito della costituzione del nucleo familiare da almeno tgre anni. E anche in caso di precedente convivenza, questa andrebbe dimostrata dalla medesima residenza anagrafica ottenuta da almeno tre anni.

Il nuovo bonus mobili per giovani coppie non si applica per gli acquisti di mobili destinati a case in affitto e non potranno fruire della detrazione nemmeno coniugi che abbiano costituito nucleo familiare da tre anni e che decidano di destinare ad abitazione principale un immobile già posseduto.

La norma, infine, non cita espressamente gli elettrodomestici tra i beni oggetto di incentivo. A differenza di quanto avviene nel caso in cui la richiesta del bonus mobili sia sottesa alla ristrutturazione dell’abitazione, per cui il bonus consente di recuperare il 50% di quanto speso per elettrodomestici in classe A+, dunque, la spesa ammissibile all’incentivo si limita in questo caso ai soli arredi.

foto Vincenzo Carubba https://500px.com/photo/10940811/sposi-in-vespa-by-vincenzo-carrubba

 

Condividi questa notizia su:

Annunci in evidenza

  • mq 186
  • 4
  • Doppia
  • 3
VISTA LAGO - ISEO: Villetta a schiera centrale ristrutturata nel 2017, disposta su due livelli fuori terra ed interrato, con giardino privato, patio d' ingresso, balcone e terrazza. Piano...
rif. 217
€ 430.000
  • mq 105
  • 3
  • Singola
  • 1
CENTRALISSIMO - In corte completamente ristrutturata ampio trilocale al piano rialzato composto da grande e luminosa zona giorno con cucina a vista separabile, due camere matrimoniali e...
rif. 7173
€ 127.000
  • mq 282
  • 4
  • Tripla
  • 3
VILLA SINGOLA IN COSTRUZIONE - A Moniga del Garda vendiamo nuove ville singole in fase di realizzazione con possibilità di personalizzare la distribuzione interna degli spazi e le finiture. Le...
rif. 995
€ 680.000

Seguici sui social

 

Lago di Garda - Il Ponte
Il Ponte
Lago di Garda

Via Fantoni, 30
25087 Salò BS
Partita IVA: IT 01888100987
avanzi@casabrescia.net
(+39) 0365.20114
(+39) 0365.1980955

Lago di Garda - Vivere il Garda
Vivere il Garda
Lago di Garda

Via Pergola, 43
25080 Moniga del Garda BS
Partita IVA: IT 02960470983
fontanella@casabrescia.net
(+39) 333.4328628

Hinterland di Brescia e Bassa Occidentale - Studio Immobiliare Sigalini
Studio Immobiliare Sigalini
Hinterland di Brescia e Bassa Occidentale

Via Orzinuovi, 6
25030 Lograto BS
Partita IVA: IT 03596900179
sigalini@casabrescia.net
(+39) 030.978180

Franciacorta e Ovest Bresciano - Obiettivo Casa
Obiettivo Casa
Franciacorta e Ovest Bresciano

Via Chiari, 20
25030 Castelcovati BS
Partita IVA: IT 03962680983
cavalli@casabrescia.net
(+39) 030.7080674

Brescia e Hinterland - Immobiliare Smussi
Immobiliare Smussi
Brescia e Hinterland

Via San Zeno, 32/a
25124 Brescia BS
Partita IVA: IT 02835680980
smussi@casabrescia.net
(+39) 030.2428103
(+39) 030.2428208

Lago d'Iseo e Franciacorta - Immobiliare il Maniero
Immobiliare il Maniero
Lago d'Iseo e Franciacorta

Via Ninfea, 110
25049 Iseo BS
Partita IVA: IT 03402260172
zaccagni@casabrescia.net
(+39) 030.9822034